L'editoriale del direttore Elio Pariota:"Plastic Road, è svolta ecologica"

Per noi automobilisti potrebbe significare l’agognato addio a buche e avvallamenti che disastrano le vetture. Per gli ecologisti suonerebbe come un altro passo in direzione di un’economia sostenibile. Le Plastic Roads (strade di plastica) si apprestano a diventare realtà; prima Rotterdam, poi qualche distretto londinese e voilà, l’esperimento è già cominciato. Strade esteticamente più belle rispetto a quelle caratterizzate da catrame e bitume. La svolta ecologica si annuncia di ampia portata: dalla maggiore resistenza del materiale all’usura del tempo, fino alla possibilità di far passare tubazioni e cavi che semplifichino le attività di installazione e manutenzione dei servizi. Ma soprattutto – udite, udite – la straordinaria idea di ripulire gli oceani da vere e proprie montagne di plastica che in tal modo verrebbero riciclate. Tutto perfetto, purché si agisca in fretta. L’ambiente ne ha ormai un disperato bisogno.

Commenti

  • Foto di Lillino

    Lillino dice:

    Splendido Direttó Organizziamo un mega simposio internazionele

    15 Sep 2018 11:51
  • Foto di Alberto

    Alberto dice:

    Peccato che non abbia considerato a quante condizioni un asfalto è sottoposto vento pioggia sole rovente soprattutto al sud , e poi chi garantisce che in frenata abbia la stessa resistenza ,vede l'approccio multiprospettico me lo avete insegnato alla Pegaso nel corso di laurea in scienze dell'educazione, ci sono una serie di variabili da tenere in conto , quando ci sono 40 gradi da noi oppure quelle bombe d'acqua che porta con se il cambiamento climatico come reagisce quell'asfalto una strada non è una cosa semplice e poi a livello economico quanto costerebbe sostituire tutto l'asfalto esistente con quella soluzione ? Si potrebbe inziare sostituendo l'asfalto degradato? È troppo generalista il suo articolo , ci sarebbero tante variabili da tenere in conto .

    15 Sep 2018 12:53
  • Foto di Massimiliano Napolitano

    Massimiliano Napolitano dice:

    Spero siano state fatte le dovute valutazioni tecniche di questo progetto, perché ovviamente l'iniziativa è a dir poco nobile. Iniziativa che si dovrebbe concretizzare al più presto soprattutto per l'amore dell'ambiente che ci circonda e di noi stessi. Sono sicuro che avrete sempre l'appoggio di noi studenti.

    15 Sep 2018 13:25

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *