L'editoriale del direttore Elio Pariota:"Green New Deal Europeo, non è una passeggiata"

D’accordo. Per le associazioni ambientaliste il Green New Deal Europeo non è il massimo delle aspettative. Però – aggiungerei – è già qualcosa.

Il Piano che la neo-presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen ha sottoposto al Parlamento dell’Unione si propone di azzerare l’impatto climatico dell’Europa entro il 2050 riducendo del 40 per cento le emissioni di anidride carbonica nei prossimi dieci anni.

Come? Mobilitando mille miliardi di euro di investimenti sostenibili. Mica bruscolini, ma tant’è.

Tutto bene allora? Respireremo davvero un’aria più pulita e scongiureremo le catastrofi naturali?

Calma. L’abbandono dei fossili – carbone in primis – non è una passeggiata. E poi con quali mezzi i governi concorreranno a finanziare il progetto, è tutto da chiarire. Non vorremmo, in altre parole, che questa sfida la si voglia vincere pagando un prezzo altissimo, ossia la rinuncia a quel che resta del welfare.

Tagli indiscriminati - socialmente inaccettabili - farebbero fallire sul nascere ciò che viene sbandierato come una rivoluzione.

Avanti tutta quindi. Ma con giudizio.

Commenti

  • Foto di Mario Palmiero

    Mario Palmiero dice:

    Quello dell’ambientalismo è sempre un argomento delicato sul quale si fa tanto populismo e ancor più di ipocrisia. Certamente da qualche parte bisogna pur incominciare ed è un bene che qualcosa si incominci a muovere, se non altro nella conoscenza della questione, se non nelle coscienze delle persone. Infatti l’investimento è doppio; senza soldi non si cantano messe, si capisce, ma insieme all’investimento economico bisogna investire sulle coscienze. Ed il risultato su quest’ultimo aspetto molto dipenderà – e sono d’accordo con quanto sottolinea, Direttore – dai mezzi messi in campo dai singoli Paesi che, se portassero ad un prezzo troppo alto per la popolazione, potrebbero ottenere l’effetto contrario.

    25 Jan 2020 15:59
  • Foto di Vincenzo Merlino

    Vincenzo Merlino dice:

    Post interessante! Sulla questione mi trovo d'accordo con le visioni prospettiche equilibrate, economico-ambientali e di coscienza (culturali), messe in evidenza dal Direttore e da Mario. Grazie e buona domenica. VM

    25 Jan 2020 19:44
  • Foto di Emanuela Grippo

    Emanuela Grippo dice:

    Buon pomeriggio. Gentilissimo Direttore. Vorrei ricordare a questo proposito il problema occupazionale dei nostri tanti giovani laureati sospesi e il vuoto di senso e di orientamento del nostro sistema politico. Grazie Emanuela Grippo

    27 Jan 2020 16:15

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *