L'editoriale del Direttore Elio Pariota: "La molecola del giudizio"

Adolescenti di tutto il mondo - scapestrati e anche un po’ bizzosi - sappiate che il responsabile delle vostre innocenti intemperanze ce l’avete in testa. Ossia nel cervello. Proprio così, in quella inesplorata giungla di sinapsi e neuroni che intorno ai 12 anni prolifera a più non posso per poi ridursi del 40% tra i 20 e i 25 anni. Gli scienziati dell’Università di Yale hanno scoperto che lo stabilizzatore di quella crescita selvaggia è una proteina - già ribattezzata “molecola del giudizio” - in grado di rendere il cervello più maturo riordinando l’intera mappa delle sinapsi. La proteina, insomma, metterebbe la parola fine a quel periodo di allegra e incosciente spensieratezza per farci approdare nell’universo razionale e giudizioso dell’età adulta. Di fronte alle scoperte scientifiche tanto di cappello. Ma con i pazzi e i mitomani che girano per il mondo, non sarà che questa molecola stenti a funzionare?

Commenti

  • Foto di Mario Palmiero

    Mario Palmiero dice:

    Purtroppo contro la pazzia non c'è molecola che tenga... Nel mio caso deve aver funzionato decentemente perché guardando indietro, tra i 16 e 20 anni... oh mio Dio! Ahahah!

    25 Nov 2017 22:12

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *